Quali Materiali Isolanti Adottare e Come Scegliere i Migliori

immagine in 3d di una casa su fondo di un muro

Quali Materiali Isolanti Adottare e Come Scegliere i Migliori

Oggi sono sempre più coloro che pensano a effettuare un intervento di isolamento termico o acustico all’interno di un’abitazione. Le tecniche che si possono utilizzare per ottenere un buon isolamento interno sono varie, come i materiali che si possono utilizzare. Infatti, in commercio è possibile trovare diversi materiali isolanti, ognuno dei quali presenta delle specifiche caratteristiche che si possono più o meno adattare al lavoro che si sta facendo e al tipo di ambiente nel quale si sta intervenendo.

Sicuramente la scelta dei migliori materiali isolanti è molto importante per riuscire a ottenere l’effetto desiderato e migliorare realmente le condizioni di una stanza, una casa oppure di un ufficio. Scopriamo di più in questo articolo specifico sulla scelta dei materiali.

materiali per isolamento su sfondo bianco

QUALI MATERIALI SCEGLIERE?

Ogni materiale presenta delle specifiche prestazioni, come una determinata facilità o difficoltà di posa, e poi bisogna considerare anche la natura dei materiali. Infatti, nel campo dell’isolamento termico esistono pannelli isolanti naturali come: juta, sughero, fibra di cocco; pannelli o rotoli derivanti da fibre minerali come la lana di vetro e la lana di roccia; infine troviamo quelli che sono realizzati con materiali sintetici come ad esempio: il polistirolo e l’aerogel.

Dunque, per scegliere il materiale isolante da utilizzare è necessario innanzi tutto vedere quali sono i principali in commercio ma anche quale siano i materiali migliori in base al lavoro che devi effettuare.

Materiali isolanti naturali: ecco i principali

Come accennato è necessario distinguere i materiali isolanti in base alla loro composizione. Oggi tra quelli più utilizzati troviamo i materiali naturali. In molti preferiscono quelli di origine naturale perché sono ecologici, resistenti, e sono spesso frutto di riciclo quindi contribuiscono al benessere dell’ambiente. I materiali isolanti naturali sono infatti realizzati con materiali a basso costo che altrimenti andrebbero riciclati in altro modo o peggio buttati. Ma quali sono i principali pannelli isolanti di origine naturale? Vediamoli insieme.

Pannelli in fibre naturali di Juta

fibre di juta intrecciate

FIBRA DI JUTA

I pannelli realizzati in fibra naturale di juta, sono completamente naturali e al loro interno non presentano additivi, infatti questi vengono compattati grazie a un procedimento meccanico di pressura. Per creare questi pannelli si vanno a lavorare le fibre di juta che vengono disposte in un cilindro in rotazione che va così a compattare il feltro. I pannelli realizzati in fibre naturali di juta sono morbidi e pensati ad esempio per la realizzazione di un isolamento acustico all’interno del pavimento. Questi infatti sono considerati anti-calpestio e sono perfetti d’applicare sotto i pavimenti con parquet. La morbidezza di questo materiale posto al di sotto del parquet offre anche una migliore sensazione di confort quando si cammina su di esso. Oltre che come isolante per il pavimento, questo è molto utilizzato anche come isolante acustico all’interno di strutture portanti realizzate in legno.

Pannelli realizzati in Fibra di Lino

fibra di lino in primo piano

FIBRA DI LINO

I pannelli realizzati in fibra di lino sono una soluzione naturale ideale per alcuni lavori edili specifici. La loro struttura è realizzata attraverso l’unione strato dopo strato di fibra di lino e di un adesivo naturale che viene realizzato a base di amido. I pannelli isolanti in fibra di lino sono molto elastici e possono essere inseriti comodamente tra le zone vuote delle intercapedini, permette di non lasciare dei ponti termici all’interno delle finestre oppure delle porte. Per proteggere i pannelli in fibra di lino, vengono utilizzati dei Sali di boro, che servono per tenere lontane le muffe e i parassiti. Il prodotto è facilmente lavorabile e anche innocuo per il benessere dell’uomo. Uno dei vantaggi del lino è dato dal fatto che non contiene alcuna proteina animale, per questo motivo non viene attaccato da insetti infestanti come le tarme. Il pannello garantisce sia una buona coibentazione termica sia un buon isolamento dal punto di vista acustico. I pannelli in fibra di lino sono utilizzati principalmente per: partizioni verticali poste all’interno, sottotetti terra piani o a falde, pavimenti, soffitti, e intercapedini delle pareti.

I Pannelli in Sughero

pannello in sughero biondo

PANNELLI IN SUGHERO

Un materiale ecologico al 100% e ideale sia per l’isolamento acustico sia per quello termico è il sughero. Il sughero è un prodotto che nel tempo riesce a mantenere inalterate oltre che stabili le sue caratteristiche. I pannelli in sughero, come quelli che trovi nel nostro store, non cedono l’umidità che si crea all’interno delle pareti, quindi sono ideali per combattere problemi come la condensa o l’umidità di risalita. Infatti, i pannelli in sughero aumentano la velocità di evaporazione delle particelle d’acqua allontanando così l’umidità dall’interno dell’immobile.

La sua composizione naturale e principalmente alcalina rende il sughero anche un elemento naturale che non viene attaccato da insetti o muffe, questo non provoca allergie e soprattutto non produce o rilascia polveri orticanti. Il pannello di sughero viene utilizzato praticamente per qualunque lavoro di isolamento termico o acustico, perché i suoi pannelli di varie dimensioni, le sue elevate capacità sia termiche sia acustiche lo rendono molto versatile.

Dunque, i pannelli in sughero possono essere utilizzati per: rivestimenti dei pilastri, riempimento delle intercapedini, sistemi di insonorizzazione acustica, sottopavimenti per l’isolamento acustico del calpestio, cappotto esterno e interno, coperture del sottotetto piano o in falde, isolamento delle travi e delle pareti interni e infine è ideale anche per eliminare i ponti termici.

Materiali isolanti naturale in fibra di cocco

zoom su fibre di cocco

FIBRE DI COCCO

Un altro materiale naturale isolante è la fibra di cocco. Questa fibra viene ricavata dalle bucce esterne del cocco e prevede dei processi di lavorazione, per la realizzazione dei pannelli, completamente naturali utilizzando acqua, battitura a mano e aria.

Infatti, una volta composte le balle di cocco queste vengono sottoposte a un processo di essicazione completamene naturale. Una volta essiccata la balla di cocco viene appiattita al fine di creare un tappeto che poi viene nuovamente pressato e reso rigido, infine si procede al taglio dei pannelli oppure alla realizzazione di strisce e rotoli.

I pannelli o i rotoli isolanti in fibra di cocco prevedono l’importazione della materia prima principalmente da paesi come lo Sri Lanka, l’India e il Portogallo. La fibra di cocco oltre che lavorata manualmente, in alcune aziende viene lavorata anche meccanicamente al fine di fornire gli standard richiesti per l’isolamento termoacustico.

Il materiale è caratterizzato comunque da un’alta resistenza all’acqua e ai batteri, e offre anche una buona resistenza all’urto e una buona conducibilità tecnica. Il materiale isolante naturale in fibra di cocco viene utilizzato principalmente per: sottotetti non calpestabili, pavimenti, intercapedini interne, tetti a falde oppure piani.

I pannelli in fibra minerale

Dopo aver visto i migliori materiali isolanti naturali, ci concentriamo su altri prodotti dalle caratteristiche ottimali ossia: i pannelli realizzati con fibre minerali. Le fibre minerali sono molto utilizzate nel campo dell’isolamento termico e acustico, perché resistenti nel tempo e soprattutto per le loro prestazioni ottimali. I pannelli in fibra minerale sono considerati anche ecologici, perché molto spesso questi vengono creati con materiali riciclabili. Ma quali sono i migliori pannelli isolanti in fibra minerale? Scopriamolo insieme!

Pannelli realizzati in lana di vetro

operatore con un foglio di lana di vetro a terra

LANA DI VETRO

La lana di vetro è un materiale isolante ottenuto dal vetro, questo è utilizzato molto in edilizia proprio per le ottime capacità come isolante termico e acustico. I pannelli o i rotoli di lana di vetro vengono prodotti con una fusione di sabbia e vetro che avviene intorno ai 1500 gradi. La miscela viene poi trasformata in una fibra grazie a un legante che permette una tenuta completa delle fibre di vetro. Dopo averle fissate, le fibre vengono riscaldare a 200 gradi e sono sottoposte a deformazione plastica, per riuscire a dare alla lana di vetro una buona stabilità e resistenza meccanica.

Infine, la lana di vetro viene tagliata in pannelli o rotoli tramite una pressione. La lana di vetro grazie alla struttura lanuginosa è possibile attenuare i rumori e sono in grado anche di assimilare al meglio l’isola dal calore e anche grandi quantità d’aria.

Questa è considerata ottima per l’isolamento termico e per eliminare l’umidità, infatti la lana di vetro è ideale anche per riuscire a permettere il passaggio ottimale del vapore acqueo portando l’umidità in eccesso a fuoriuscire in modo agevole.

Un altro vantaggio della lana di vetro è il suo essere completamente ignifuga, infatti il materiale non è infiammabili ed ha un’alta resistenza al fuoco. La lana di vetro essendo costituita al 95% da materiali inorganici, questa risulta essere completamente antimuffa, e permette di tenere lontani tutti gli organismi animali e vegetali. I pannelli in lana di vetro sono ideali per l’isolamento termico e acustico delle pareti, soffitti e sottotetti. Cerchi dei pannelli in lana di vetro? Dai un’occhiata qui

Lana di Roccia

rotolo di lana di roccia su sfondo bianco

LANA DI ROCCIA

Un altro pannello o rotolo di origine minerale è la lana di roccia. La lana di roccia è ottenuta dalla filatura delle rocce naturali ed è ottenuta dalla fusione con una temperatura che raggiunge i 1600 gradi. La lana di roccia ha delle ottime caratteristiche termo-chimiche naturali che permettono a questa fibra di essere inattaccabili da acidi, insetti e muffe. Questo materiale inoltre offre anche un’ottima resistenza alle temperature ed è completamente ignifuga. La lana di roccia non contiene alcun elemento pericoloso, in quanto è chimicamente neutra e biosolubile.

La lana di roccia grazie alle sue caratteristiche è indicata per diversi lavori nel campo dell’edilizia. Innanzi tutto, grazie alla sua struttura lanuginosa e macroscopica è in grado di attenuare i rumori riuscendo a garantire un ottimo isolamento acustico. Oltre a offrire un buon isolamento acustico, questo è molto utilizzato anche nel campo della coibentazione termica interna. Infatti, la lana di roccia offre un buon isolamento interno, in quanto riesce a trattenere il calore all’interno della casa, eliminando i problemi dati dalle dispersioni di calore. Dunque, i pannelli di lana di roccia (puoi trovarli qui), sono ottimi per l’isolamento termico o acustico delle pareti, dei soffitti, solai e dei tetti piani o a falde.

Materiali isolanti in fibra sintetica

Infine, tra i materiali isolanti da poter utilizzare per la coibentazione degli edifici e per l’isolamento acustico troviamo quelli realizzati in fibra sintetica. Anche questi possono offrire delle ottime prestazioni, alcuni sono meno inclini ad usarli perché non provengono da fibre naturali o minerali, in realtà però le fibre sintetiche possono essere utilizzate in modo ottimale per vari lavori nel campo dell’edilizia. Ma quali sono i principali materiali isolanti in fibra sintetica? Ecco i più utilizzati!

Fibra di Poliestere

zoom su fibra di polistirene

FIBRE DI POLISTIRENE

La fibra di Poliestere è un pannello isolante che viene considerato di ultima generazione, questo è molto utilizzato in campo edile per diversi lavori principalmente per l’isolamento termico. La fibra dei pannelli in poliestere è apprezzata per la sua auto-portanza e per la sua leggerezza. Il prodotto offre delle ottime prestazioni sia acustiche sia termiche ed ha una classificazione in classe 1 per la sua resistenza al fuoco. Infine, i pannelli in fibra di poliestere sono atossici e non emettono fumi. Il poliestere in pannelli, come quelli che trovi su Futura Zeta, sono ideali per riuscire a colmare le intercapedini delle pareti verticali, per eliminare i ponti termici, per fare un controsoffitto, e per la coibentazione e l’isolamento acustico di un’abitazione.

Materassino Fonoassorbente

materassino sottopavimento

MATERASSINO FONOASSORBENTE

I materassini fonoassorbenti (come quelli presenti nel nostro Store), possono essere realizzati con una miscela di polietilene e propone, oppure con polietilene e gomma, tessuto non tessuto, piombo e alluminio. I materassini fonoassorbenti sono pensanti principalmente per l’isolamento acustico di un’abitazione. Questi materassini sono morbidi, hanno una buona consistenza e anche un’ottima resistenza al fuoco oltre che una resistenza ottimale all’umidità. Questo prodotto può essere utilizzato principalmente all’interno del solaio, delle pareti e dei pavimenti.

Aerogel

cubetti di aerogel disposti in fila indiana

AEROGEL

Infine, tra i materiali realizzati con fibre sintetiche troviamo l’Aerogel. L’Arerogel è realizzato in gel di silice idrofobica amorfa. Questo tipo di silice si presenta come una schiuma solida che offre una buona efficacia nel campo dell’isolamento termico. Questa sostanza è molto leggera, il granulo ha una natura di origine porosa e una conformazione chimica che rende il materiale anche idrofobico. Grazie a questa sua caratteristica l’aerogel è un buon prodotto anche per eliminare l’umidità in eccesso oltre che per un buon isolamento termico. Infatti, tra le sue caratteristiche specifiche troviamo: isolamento termico, resistenza all’umidità ed è anche possibile ridurre le trasmissioni del suono. L’aerogel è consigliato principalmente per solai, soffitti e sottotetti.

 

Scritto da: Geom. Michele Zecchino – Specialista in sistemi per l’isolamento delle strutture abitative

Scopri qui i nostri prodotti per l’isolamento!

Comments are closed.